Indagini sui parassiti dei pesci d’acquario

Traduzione di Parasite Surveys of Aquarium Fish di Diana Walstad (versione marzo 2018).

0
737

Comprendere le indagini

La tabella 1 seguente elenca i pesci esaminati a cui si fa riferimento in questo articolo.

Tabella 1. Pesci esaminati
Nome comune Nome scientifico
Scalare/Pesce angelo Pterophyllum scalare
Bala shark Balantinocheilos melanopterus
Tetra nero Gymnocorymbus ternetzi
Ancistrus Bodó Ancistrus hoplogenys
Cardinale Paracheirodon axelrodi
Mangia-alghe cinese/CAE Gyrinocheilus aymonieri
Dianema Dianema urostriatum
Pesce rosso Carassius auratus
Gourami blu Trichopodus trichopterus
Gourami nano Colisa lalia
Guppy Poecilia reticulata
Pesce accetta ad ali nere Carnegiella marthae
Pesce accetta Carnegiella strigata
Molly Poecilia sphenops
Gambusia Gambusia affinis
Neon Paracheirodon innesi
Oscar Astronotus ocellatus
Pesce del paradiso Macropodus opercularis
Pesce matita Nannostomus eques
Nannostomus Nannostomus unifasciatus
Platy Xiphophorus maculatus
Epalzeorhynchos/”Squaletto” Epalzeorhynchos frenatum
Puntius/Barbo Puntius conchonius
Hyphessobrycon Hyphessobrycon copelandi
Barbo tigre Puntius tetrazona
Portaspada Xiphophorus helleri

 

La tabella 2 raccoglie i parassiti rinvenuti. Ho classificato i parassiti in base alle dimensioni e in base alla posizione in cui vengono trovati nei pesci, ovvero all’esterno (pelle o branchie) o all’interno (apparato digerente). La tabella raccoglie solo i parassiti trovati dalle indagini. Questo automaticamente elimina i parassiti che non sono un problema generico dell’industria del commercio di pesci ornamentali d’acqua dolce o dell’acquariofilo comune.

Tabella 2. Classificazione dei parassiti trovati. La diffusione [1] è specificata per pesci allevati mantenuti a temperature maggiori di 20 °C e va da “molto comune” a “rara”.
* = parassiti associati a laghetti esterni
Posizione Tipo di parassita Specie rappresentativa Il sale funziona? Diffusione
Esterna Protozoi Epistylus sp., Apiosoma sp., Riboscyphidia sp. Molto comune
Chilodonella piscicola Molto comune
Ichthyobodo nectar Sì/No Comune
Cryptobia branchialis No Non comune
Ichthyophthirius multifiliis Molto comune
Myxobolus argenteus No *Comune
Piscinoodinium pillulare Comune
Tetrahymena corlissi Non comune
Trichodinella epizootica Sì/No Molto comune
Parassiti Metazoi,
Trematoda
Gyrodactylus sp., Dactylogyrus sp., Urocleidoides sp. Molto comune
Centrocestus formosanus, Ascocotyle sp., Cryptocotyle sp. No *Comune (larve)
*Rara (adulti)
Copepodi Argulus foliaceus No *Non comune
Ergasilus sp. No *Comune
Lernaea cyprinacea No *Comune
Sanguisughe Myzobdella lugubris *Rara
Interna Hexamita Hexamita salmonis, Spironucleus sp. Non applicabile Comune
Protozoi Protopalina sp.
Vermi cilindrici Camallanus sp., Capillaria sp. Comune (larve)
Non comune (adulti)
Protozoi sporigeni Pseudoloma neurophilia, Pleistophora hyphessobryconis, Cryptosporidium sp. Rara
Cestoda Bothriocephalus acheilognathi *Rara (larva)
*Non comune (adulti)

 

Ho evidenziato i parassiti associati ai laghetti esterni. Ad esempio, i copepodi (pidocchi dei pesci) e le sanguisughe sono trovati comunemente sono nei Pesci Rossi. Alcuni parassiti dei laghetti richiedono uccelli, lumache o copepodi dal mondo naturale per diffondersi; pertanto questi parassiti (come i Trematoda) diventano un problema minore quando i pesci sono tenuti in acquario.

Ho incluso anche l’efficacia del trattamento con sale, grazie alla sua importanza come rimedio generico per molte malattie dei pesci. Il sale uccide anche altri parassiti esterni e delle branchie, come i batteri Columnaris [1]. Un esperto di malattie dei pesci [2] afferma che 3 parti per mille di sale rimuovono gradualmente vari patogeni (Ictio, Chilodonella, Trichodinella). Quattro giorni e 9 parti per mille di sale mi hanno aiutato a diagnosticare e curare alcuni guppy molto malati (i guppy, successivamente, sono stati diagnosticati di Gyrodactylus). Pertanto, la tabella mostra che il sale può funzionare su una grande varietà di parassiti. Un “sì” nella tabella 2 non significa che il sale sia l’unico trattamento possibile o il trattamento d’elezione; significa solo che funziona. Un “sì/no” significa che ci possono essere delle eccezioni di cui tener conto, come specie resistenti al sale.

L’ultima colonna della tabella 2 mostra una valutazione soggettiva sulla diffusione dei parassiti [1].

Le restanti tabelle si occupano dei risultati quantitativi delle ricerche effettuate sui pesci tropicali. La Diffusione dei Parassiti è la percentuale di pesci trovati infetti da un dato parassita. In generale, ho messo i parassiti più comuni nelle prime linee, i più rari sono finiti sul fondo.

Le Tabelle 3 e 4 (tre ricerche) mostrano i risultati su pesci tropicali dal Sud America, da cui provengono molti pesci di cattura – non allevati.
La Tabella 5 (due ricerche) riguarda pesci allevati in Sri Lanka e in Iran.
Due ricerche aggiuntive – da Corea e Turchia – contengono dati utili sui pesci allevati ma è stato difficile inserirli in una tabella. Perciò ho descritto a parole quanto trovato.
La Tabella 6 (una ricerca) fornisce informazioni sui parassiti presenti nei pesci importati in Australia.
Le Tabelle 7 e 9 includono indagini da Svezia, Australia e Pakistan, dove i ricercatori hanno scelto pesci malati nei negozi. La tabella 8 (dati dal Pakistan) fornisce informazioni addizionali (es: intensità) del danno dei parassiti.
Un certo parassita potrebbe avere una grande diffusione in una popolazione tuttavia, se la sua presenza nel singolo pesce è bassa (ovvero ha una bassa intensità), l’impatto del parassita sulla salute del pesce potrebbe essere trascurabile.
Ad esempio, in un esperimento di laboratorio con dei guppy [4], se l’intensità dei Gyrodactylus turnbulli era di circa 3, i pesci stavano bene; se raggiungeva 16, si aveva mortalità.

Gestione dei dati

Molti studi hanno raggruppato insieme Gyrodactylus e Dactylogyrus sotto un unico gruppo, mentre altri studi li hanno trattati separatamente. Per evitare potenziali inaccuratezze, ho registrato la diffusione sotto gli stessi nomi riportati dai ricercatori.
Spiegazione: se avessi sommato semplicemente le percentuali di Gyrodactylus e Dactylogyrus e riportato il totale, avrei assunto erroneamente che nessun pesce aveva sia Gyrodactylus sia Dactylogyrus.

Analogamente, non ho potuto riportare la percentuale esatta di protozoi sporigeni della ricerca australiana (Tabella 7) poiché i ricercatori hanno riportato i risultati per Coccidia (16.7%), Cryptosporidium (1.9%) e Microsporidia (18.5%), che sono tutte sottocategorie di protozoi sporigeni. Perciò sono stata costretta a riportare la diffusione dei protozoi sporigeni come range (18.5-37%).
Spiegazione: se questi tre parassiti fossero sempre stati trovati assieme, sullo stesso pesce, la diffusione dei protozoi sporigeni corrisponderebbe a quella del parassita con la massima diffusione, ovvero i Microsporidia con il 18.5%. Solo se tutti e tre i parassiti fossero stati presenti su pesci separati avrei potuto riportarli come 37% totale (16.7+1.9+18.5=37%). Poiché le infezioni multiple sono comuni, il valore esatto non è determinabile dai dati a disposizione.

Complessivamente, ho tentato di presentare i dati estratti dalle 11 ricerche nella maniera più accurata possibile.