Petsfestival .top /2

Cosa abbiamo fatto al Petsfestival 2021 a Cremona!

0
5

Dopo una pausa a causa dell’epidemia, il Petsfestival è tornato, quest’anno nella nuova location di Cremona Fiere.

Acquario.top al Petsfestival

Avevamo davvero tantissima voglia di ricominciare dopo questo periodo forzato di inattività e questo articolo vuole fare da piccolo diario per il futuro e da piccolo riassunto per chi non ha potuto incontrarci di persona.
Nonostante le limitazioni presenti per garantire la sicurezza di tutti i partecipanti, la risposta e l’interesse del pubblico ci hanno dato grandi soddisfazioni, sia per il numero di visitatori che si sono fermati al nostro stand sia per la qualità delle domande e delle chiacchierate che si sono svolte in queste due giornate.

La nostra esposizione

Per questa edizione abbiamo proposto quattro allestimenti, ognuno proveniente da una parte diversa del mondo.

Siamo partiti dalla Papua Nuova Guinea, con specie regina Tateurdina ocellicauda, con una coppia che, proprio durante la fiera, cercava il luogo in cui deporre le uova nel groviglio di alga Chara. Il pancione giallo pieno di uova della femmina non mentiva!
Non mancavano in questo allestimento Pseudomugil luminatus, uno stupendo killifish indonesiano, dagli attraenti occhi azzurri e dal pinnaggio molto sviluppato.

Passiamo poi a una vasca sudamericana dedicata alle Nannacara adoketa, una specie piuttosto aggressiva ma che con il giusto allestimento si può affiancare ad altre specie. Una vasca molto grande (oltre 200 litri) e rassicurante grazie alle numerose barriere visive date foglie e legni e dagli ancora più numerosi “pesci rassicuranti” (dither fish).

Procediamo poi verso il Kalimantan, nell’Isola del Borneo, dal quale abbiamo preso ispirazione per l’allestimento adatto per Parosphromenus linkei.
Come la maggior parte delle specie del genere Paros, anche questa è in pericolo di estinzione a causa della distruzione progressiva dell’habitat di origine. È perciò importante il mantenimento in cattività per conservare la specie: in particolare segnaliamo il The Parosphromenus Project e il gruppo italiano AIB – Gruppo Anabantidi Wild Form che si occupano della loro conservazione.

Chiudiamo infine con un allestimento dedicato a Microctenopoma ansorgii, un anabantide dall’areale del fiume Congo (Africa). Di questa specie potete leggere una scheda approfondita che abbiamo preparato.

Ringraziamenti

La nostra presenza e i risultati ottenuti non sarebbero statia possibili senza il supporto di molte persone. In particolare:

  • Zoominimarket Online ci ha fornito pesci splendidi che hanno rubato gli occhi a moltissime persone;
  • Area Palustre ci ha fornito delle piante meravigliose, che hanno attratto molto interesse, anche da parte di alcuni pesci!
  • Aquaessence ci ha invece fornito le vasche, elemento fondamentale per ogni allestimento;
  • OnlineAquariumSpullen ci ha fornito una parte degli arredi naturali, presenti sia negli allestimenti, sia da far vedere ai visitatori;
  • La Mangrovia, in particolare nella figura di Mario, ci ha permesso fisicamente di avere uno stand alla manifestazione.

Un grande ringraziamento anche alle associazioni, AIB – Associazione Italiana Betta, AIC – Associazione Italiana Ciclidofili, AIK – Associazione Italiana Killifish e ai gruppi AIB – Gruppo Channa e Italian Livebearers Group, con cui abbiamo allestito una grande isola al centro della fiera.

Sempre in questo contesto, è stato organizzato l’Italian Wildform Festival, un’esposizione che dal 2012 favorisce, divulga e sostiene un’acquariofilia naturale incentrata sulle reali necessità delle specie allevate nel pieno rispetto delle loro esigenze.

 

Ultimo ringraziamento (ma non meno importante)

Infine un grazie a voi visitatori e lettori.
A chi si è fermato per una foto, a chi è tornato trenta volte per vedere solamente i caracidi nuotare, a chi ci ha fatto domande e a chi invece ci ha insegnato qualcosa di nuovo. A chi non è potuto esserci fisicamente ma ci è stato con il pensiero.
A tutti voi però chiediamo un piccolo sforzo: se avete apprezzato ciò che abbiamo realizzato fatecelo sapere e fatelo sapere ai vostri amici.
Perché se è vero che le recensioni negative servono per migliorarci, servono anche quelle positive per fare capire che investire per portare didattica alle fiere è fondamentale ed aiuta a mostrare cose che non sempre in negozio è possibile far vedere.
Ho acquari in giro per casa da sempre, mi piace sperimentare, confrontare e, soprattutto, diffondere quello che ho trovato. Cerco sempre di comprendere i motivi per cui si fanno le cose e spero di trasmettere questo anche negli articoletti che scrivo :) Nel frattempo, provo a far diventare rossa qualche pianta e a cercarne sempre di nuove o particolari. Prima o poi riuscirò pure a posizionarle in maniera graziosa. Ultimamente gli acquari di biotopo mi hanno un po' distratto da questa ricerca.