Protocollo Seachem – Guida

0
1121

Il protocollo Seachem è uno dei più conosciuti set di fertilizzanti per acquario.

È famoso principalmente per due motivi: è un protocollo ad elementi separati e non usa chelanti forti per i microelementi.

Iniziamo subito con la descrizione dei componenti del protocollo, dopo la quale, invece, vedremo un po’ come va usato.

Protocollo di fertilizzazione Seachem – Componenti

Il protocollo Seachem prevede una suddivisione degli elementi nutritivi, in maniera da poterli somministrare separatamente, in dosi e in momenti diversi.

Vediamo quindi di quali prodotti si compone il protocollo.

Integratori di macroelementi

Sono previsti tre integratori di macroelementi, uno per ogni macroelemento principale, ovvero: azoto, fosforo e potassio.

Flourish Nitrogen

Il Nitrogen è l’integratore di azoto. Integra azoto per metà come urea e per l’altra metà come nitrato (di potassio).

Flourish Nitrogen

Composizione: 2% K2O (=1.66% potassio), 1.5% Azoto totale (N).

Dosaggio: 1.5 ml in 100 litri aumentano i nitrati di 1 mg/l e il potassio di 0.2 mg/l.

Flourish Phosphorus

Il Phosphorus è l’integratore di fosforo.

Flourish Phosphorus

Composizione: 0.3% P2O5 (=0.13% fosforo), 0.2% K2O (=0.17% potassio).

Dosaggio: 3 ml in 100 litri aumentano i fosfati di poco meno di 0.15 mg/l.

Flourish Potassium

Il Potassium è l’integratore di potassio (sotto forma di solfato).

Flourish Potassium

Composizione: 5% K2O (=4.15% potassio).

Dosaggio: 4 ml in 100 litri aumentano il potassio di 2 mg/l.

Integratori di microelementi

Il protocollo Seachem prevede un prodotto generico per l’introduzione di tutti gli oligoelementi più altri prodotti specifici per alcuni.

Flourish

Il Seachem Flourish è un integratore di oligoelementi; oltre a questi, integra il macroelemento potassio e i mesoelementi calcio e magnesio. Sono presenti anche tracce di azoto e fosforo.

È il prodotto “base” della linea: lo si può vedere anche dal nome, Flourish e basta, senza alcuna specificazione.

Seachem Flourish

Composizione: 1.15% cloro, 0.37% K2O (=0.31% potassio), 0.32% ferro, 0.27% zolfo, 0.14% calcio, 0.13% sodio, 0.11% magnesio, 0.0118% manganese, 0.01% P2O5 (=0.004% fosforo), 0.009% boro, 0.007% azoto, 0.0009% molibdeno, 0.0007% zolfo, 0.0004% cobalto, 0.0001% rame.

Ferro come gluconato ferroso, altri microelementi come sali (solfato, cloruro etc).

Dosaggio: 2 ml ogni 100 litri una o due volte la settimana.

Flourish Iron

Flourish Iron è l’integratore del solo ferro, come ferro gluconato.

Flourish Iron

Composizione: 1% gluconato ferroso. Contiene anche una piccola quantità di glutaraldeide, usata come conservante e per rallentare l’ossidazione del ferro gluconato.

Dosaggio: 2.5 ml in 100 litri inseriscono 0.1 mg/l di ferro.

Flourish Trace

Il Flourish Trace integra microelementi escluso il ferro.

Flourish Trace

Composizione: 0.0169% zinco, 0.0085% manganese, 0.0032% rame, 0.0028% boro, 0.0003% molibdeno, 0.00003% cobalto, 0.000008% rubidio, 0.000003% nickel, 0.000002% vanadio.

I microelementi sono presenti come sali (solfato, cloruro etc).

Dosaggio: 6 ml ogni 100 litri due volte la settimana; se usato insieme a Flourish, dosare in giorni separati.

Altri integratori

Flourish Excel

Flourish Excel è un integratore di carbonio, sotto forma di glutaraldeide.

Flourish Excel

Dosaggio: 2.5 ml ogni 100 litri ogni giorno o a giorni alterni. Dopo un cambio d’acqua consistente, si può usare per una dose 5 volte superiore.

Flourish Advance

Flourish Advance è un integratore di fitormoni (ed elementi nutritivi in tracce) che stimolano la crescita delle piante acquatiche.

Flourish Advance

Composizione: 0.45% K2O (=0.37% potassio), 0.15% acido γ-amminobutirrico, 0.14% mannitolo, 0.14% acido ascorbico, 0.06% alanina, 0.04% P2O5 (=0.02% fosforo), 0.04% calcio, 0.04% magnesio, 0.0003% fitormoni.

Dosaggio: 6 ml ogni 100 litri ogni giorno oppure a necessità.

Flourish Tabs

Le Flourish Tabs sono delle compresse fertilizzanti da inserire nel substrato, per fornire i nutrienti direttamente alle radici.

Flourish Tabs

Composizione: 14.9% calcio, 12.2% zolfo, 2.2% ferro, 0.55% cloro, 0.28% azoto, 0.23% manganese, 0.17% P2O5 (=0.07% fosforo), 0.16% K2O (=0.13% potassio), 0.14% sodio, 0.06% magnesio, 0.029% boro, 0.0024% zinco, 0.001% cobalto, 0.001% rame, 0.0009% molibdeno.

Ferro come gluconato ferroso, altri microelementi come sali (solfato, cloruro etc).

Dosaggio: una compressa copre un raggio di circa 15 cm e va inserita nel substrato a media profondità. Le compresse durano circa 3-4 mesi.

Altri prodotti nel protocollo

Elenchiamo di seguito altri prodotti che non fanno propriamente parte del set di fertilizzanti ma che tuttavia possono inserirsi nel sistema di fertilizzazione.

Sali per remineralizzare l’acqua

Se si usa acqua da osmosi inversa o demineralizzata, è quasi sempre necessario inserire dei sali per aumentarne le durezze e inserire sali nutritivi essenziali per le piante.

Equilibrium

Il Seachem Equilibrium è una miscela di sali che innalza il GH (durezza totale) ma non il KH.
Non contiene sodio ed elevati livelli di cloruri.

Seachem Equilibrium

Composizione: 23% K2O (=19.5% potassio), 8.06% calcio, 2.41% magnesio, 0.11% ferro, 0.06% manganese.

Tutti i sali, compresi ferro e manganese, sono inseriti come solfati.

Dosaggio: 20 grammi di sali ogni 100 litri alzano il GH di 3 punti.

Acid Buffer – Alkaline Buffer

Acid Buffer e Alkaline Buffer sono due miscele di sali che servono, rispettivamente, per abbassare ed aumentare l’alcalinità dell’acqua (KH, in acquariofilia).

Non ne è fornita la composizione; viene solo dichiarato che l’Acid Buffer non è a base di fosfati e che l’Alkaline Buffer è a base di bicarbonato di sodio.

Dosaggio: 4.1 grammi di Acid Buffer in 100 litri abbassano il KH di circa 1 dKH mentre 12.5 grammi di Alkaline Buffer alzano il KH di circa 1 punto.

Se dosati insieme, opportunamente, si può puntare ad un pH target dell’acqua del cambio. A tal proposito, sul sito Seachem sono presenti dei calcolatori.

Substrati

Esistono vari substrati per allestire gli acquari. Sebbene il protocollo di fertilizzazione si possa usare con altri fondi di diverse marche e tipologie, elenchiamo lo stesso i prodotti Seachem.

Flourite, il fondo più noto della Seachem.
Flourite, il fondo più noto della Seachem.

Tutti i substrati hanno composizione dichiarata; tali elementi sono però legati alle particelle di fondo o facenti parte delle stesse. Non sono quindi immediatamente disponibili alle piante.

Mettiamo una tabella comparativa delle composizioni (limitandoci agli elementi nutritivi per le piante):

Composizione fondi Seachem

Ca = calcio, Co = cobalto, Cu = rame, Fe = ferro, K = potassio, Mg = magnesio, Mn = manganese, Na = sodio, Ni = nickel, V = vanadio, Zn = zinco

Nessuno dei substrati – con eccezione della Onyx Sand – altera pH o durezze in maniera rilevante.

Flourite

La Flourite è argilla naturale non trattata o ricoperta. Esiste in quattro colori: la Flourite classica (marrocino), la Flourite Black (nera), la Flourite Dark (via di mezzo delle due precedenti) e la Fluorite Red (marrone chiaro).

Flourite Sand

La Flourite Sand è argilla naturale, sempre non trattata o ricoperta, ridotta in polvere più fine. Esiste in due varianti, una marroncina (Flourite Sand) e una nerastra (Flourite Black Sand).

Onyx Sand

La Onyx Sand è una sabbia naturale grigiastra con la peculiarità di essere ricca di carbonati. Pertanto è apprezzata dalle piante in grado di utilizzarli mediante un processo detto decalcificazione biogena.
Giusto per nominarne qualcuna, le piante dei generi Egeria, Ceratophyllum, Potamogeton o Vallisneria sono in grado di utilizzare tranquillamente i carbonati presenti nell’acqua come fonte di carbonio.

Essendo ricca di carbonati, l’Onyx Sand alza il KH e rende più difficoltoso l’abbassamento del pH.